Culto a San Michele Arcangelo - Parrocchia S.Nicandro V.M.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Culto a San Michele Arcangelo

Santo Patrono
Nella nostra Comunità la devozione a San Michele Arcangelo è radicata al punto che, da lungo tempo, si festeggia unitamente al Santo protettore,il Vescovo e Martire Nicandro, nella seconda Domenica di Agosto.


-------

Preghiera a San Michele Arcangelo

Glorioso san Michele Arcangelo,i nostri padri ci hanno tramandato la bella tradizione di onorarti,unitamente al nostro santo protettore il vescovo e martire Nicandro,come nostro particolare intercessore presso la Santissima Trinità e noi, con devota fiducia e confidenza, ci rivolgiamo a te nelle angustie della  vita terrena. Amen.[Angelo di Dio]

Devotamente prostrati dinanzi a te,o principe delle schiere celesti,imploriamo il tuo aiuto nelle tentazioni,perché animati dal tuo esempio e sorretti dalla tua protezione,non ci lasciamo mai vincere dal desiderio di metterci al di sopra del nostro essere creature,nell’orgoglio ,che vinse Lucifero e Adamo,di metterci alla pari di Dio. Amen.[Angelo di Dio]

Glorioso san Michele Arcangelo,proteggi,con il tuo potente aiuto e la tua ardente intercessione,la Chiesa santa e sempre bisognosa della misericordia di Dio: il nostro papa Francesco,i nostri vescovi,tutto il clero e il popolo santo di Dio. Amen.[Angelo di Dio]

Glorioso san Michele Arcangelo,messaggero di pace,custodisci nella pace la nostra comunità ecclesiale,tutte e singole le nostre famiglie,i nostri giovani,i nostri anziani,i malati e soprattutto coloro che sentono maggiormente il peso della vita. Amen.[Angelo di Dio]

Glorioso san Michele Arcangelo,che consolasti Gesù nell’orto degli Ulivi,consola anche noi soprattutto nel momento del dolore,dello sconforto, dell’abbandono,della desolazione spirituale e impetraci la forza psicologica e morale di rialzarci sempre per  riprendere il nostro cammino alla sequela di Cristo nella serenità che solo Dio può darci. Amen.[Angelo di Dio]

Glorioso san Michele Arcangelo,accogli la nostra umile,ma fervente preghiera e presentala a Dio Padre e Figlio e Spirito Santo,nella cui Misericordia confidiamo in questo pellegrinaggio terreno e per la vita eterna. Amen.[Angelo di Dio]
don Vittorio


Chi sono gli Angeli?

Il termine angelo, dal  greco ànghelos ,che traduce l’ebraico mal’eak,significa messaggero,nunzio[il nome indica la funzione,non la natura]: Cherubini,da karubu  pregare ], sono gli angeli oranti;Serafini,da serafim [ brucianti];Gabriele [angelo interprete, l’uomo di Dio , il forte di Dio];Raffaele [ Dio salva].

Gli Angeli sono creature spirituali di natura intermedie tra Dio e l’uomo, i messaggeri di Dio.
Nella Bibbia sono descritte molte apparizioni di angeli,quasi sempre in forma umana:ad Agar ,ad Abramo ,a Lot  ,a Giacobbe .

Direttamente nell’AT non troviamo la creazione degli angeli,ma essa è implicita nel fatto che l’unico Dio è creatore di tutti gli esseri.
La presenza del tentatore nel paradiso terrestre,sotto forma di serpente  lascia intuire la caduta degli angeli,trasformati in demoni.
Gli angeli hanno cura degli uomini:salvano Lot ,Tobia e Sara ,i tre giovani nella fornace .
Talvolta gli angeli,per ordine di Dio puniscono gli uomini .
Nell’AT ricorre anche una figura particolarissima di angelo, l’angelo di JHWH,che si presenta come messaggero divino e insieme parla ed opera come Dio
Nel NT gli angeli sono presentati come spiriti ,invisibili ,che non hanno rapporti carnali  e si parla esplicitamente della loro caduta. Molto ricca di raffigurazioni angeliche è l’Apocalisse.

Lo Pseudo–Dionigi divide gli angeli in Nove Cori o Categorie,raggruppati in tre gerarchie:
• Serafini,Cherubini,Troni;
• Dominazioni,Virtù e Potestà;
• Principati,Arcangeli e Angeli.

MICHELE[chi come Dio?]



È l’arcangelo lottatore di Dio contro gli angeli ribelli : Lucifero e i suoi seguaci.
Nell’AT è Michele che:infligge le dieci piaghe all’Egitto;guida Israele nell’Esodo;detta la legge a Mosè,conduce Giosuè nella terra promessa.
Nel NT:consola Gesù nell’orto degli ulivi;annunzia alla Maddalena la risurrezione;libera Pietro dal carcere;appare a Giovanni più volte nell’isola di Patmos.



Nella Scrittura:

• l’esistenza e l’attività degli angeli sono una realtà presente insieme all’agire salvifico di Dio;
• Dio crea gli uomini e gli angeli[potenze personali buone] in uno stato di perfezione,ma non di impeccabilità;
• il peccato di Adamo e il peccato degli angeli ribelli è un peccato di superbia:non si accontentano di essere nella perfezione in cui Dio li ha creati,ma vogliono essere come Dio,altri dei;
• con Adamo Dio entra in dialogo diretto:Adamo,dove sei? Perché ti nascondi?
• contro gli angeli ribelli si scaglia l’arcangelo Michele:ma chi è come Dio?

Nella coscienza dell’uomo di oggi ,rispetto al passato, c’è una certa sobrietà e riservatezza rispetto agli Angeli.
Questo è un bene se serve  a sfoltire le varie concezioni e rappresentazioni degli Angeli cresciute nel corso dei secoli come alberelli multiformi e multicolori,ma non deve portarci a non riconoscere l’insegnamento della Scrittura e della Chiesa a riguardo

----------


Cappella Maccione

La devozione alla “Madonna delle Grazie” presso la “Cappella Maccione”risale all’anno 1757.
In quell’anno,secondo la tradizione giunta fino a noi,nel luogo dove sorge la cappella si verificò un fatto prodigioso:una bambina stava per essere mangiata da un maiale e fu salvata per l’intercessione della Madonna della Grazie.


Processione San Michele 2016 (partenza)
piazza g zona
rientro
 
Torna ai contenuti | Torna al menu