La parrocchia - Parrocchia S.Nicandro V.M.

Vai ai contenuti

Menu principale:

La parrocchia

La parrocchia
Parroco:  d. Vittorio Monaco
Dati:
Nato il 22 marzo 1942 a Cantalupo nel Sannio[IS].
Ordinato sacerdote il 16.07.1967 nella chiesa di Sant’Anna in Cantalupo nel Sannio.
Parroco in Cercepiccola [CB]dal primo novembre 1967 al 1978.
Rettore del Santuario dell’Addolorata in Castelpetroso [IS] da 1979 al 1983.
Coadiutore nella Parrocchia di Ave Gratia Plena in Piedimonte Matese [CE]dal 1984 al 1989.
Amministratore e Parroco della Parrocchia di San Nicandro in Calvi Risorta [CE]dal 01.04.1989.
Titoli:
Prolyta in Sacra Theologia,cum laude.
De re pastoralis peritus con specializzazione in Catechetica,summa cum laude.
Laurea in Padagogia,cum laude.
Socio onorario della Associazione storica del Medio Volturno in Piedimonte Matese dal 1986.
Insignito del Diploma di benemerenza culturale rilasciato dall’Associazione storica del Medio Volturno il 31.03.1990.


Incarichi
Professore di storia e filosofia presso il Liceo Scientifico G.Galilei di Piedimonte Matese fino al
31.08.2006.
Docente presso gli Istituti di Scienze Religiose di Piedimomte Matese,Teano e Isernia.
Pubblicazioni
In Dialogo con Dio ,Antropologia Teologica,2008.
Breve Storia della Devozione a San Nicandro,2013.

Collaboratori

Nella Comunità operano,in stretta e positiva collaborazione con il parroco,il Consiglio Affari Economici e il Consiglio Pastorale[Segretaria Elisabetta Allocca].
Quest’ultimo al suo interno è diviso in  cinque  Gruppi di lavoro:1. Gruppo Liturgico[referente Giorgio Caricchia];2. Gruppo Catechistico[referente Sara Perrotta]; 3. Gruppo Caritas[referente Maria Allocca];4. Gruppo per la pastorale giovanile e familiare[referente Maria Rosaria Sperandeo];Gruppo per l’organizzazione delle feste e la manutenzione della chiesa[referente Casto Pisano].
È presente ed opera molto bene, non solo al suo interno ma anche per la crescita spirituale di tutta la Comunità,l’Azione Cattolica, con i seguenti settori:ACR;Giovani;Adulti.
Da sempre è presente la “Schola Cantorum”,che anima la liturgia Eucaristica tutte  Domeniche,sotto la guida dei Maestri Pino De Micco e Marianna Izzo.
Da qualche anno sta crescendo la “Schola Cantorum” dei “Pueri cantores” sotto la guida dei Maestri Pino De Micco e Marianna Izzo.
Da sempre ha operato ed opera,con regolarità e discrezione,il Gruppo Caritas ,che ha saputo coinvolgere sempre più persone nell’opera di solidarietà verso coloro che vengono a trovarsi in difficoltà economica e,purtroppo,il numero di costoro tende a crescere.

Albo dei curati della Chiesa di Petrulo dal 1673

 1. don Marco Mandara    [ 1673 -1680];
2. don Francesco Zona  [ 1680-1684] ;                                                            
 3. don Salvatore Mercone [ 1684 -1728];
 4. don Giovanni Battista Capezzuti  [1728-1730] ;                                              
 5. don Domenico Martino [ 1730  per 4 mesi];
 6. don Francesco Rosello [1731-1748] ;                                                                
 7. don Clemente Zona [ 1748 -1749];
8. don Pietro Borrelli  [1749 pochi mesi];                                                                      
 9. don Casto Izzo [1749 -1760[;
10. don Giovanni Izzo [  1762 -1779];
11. don Michele de  Janne [1780 -1800];
12. don Benedetto Colapietro [1800 -1817];
13. don Gregorio Nucci [1818-1844];                                                 
14. don Crescenzo del Vecchio[ 1844 -1857];
15. don Giacomo d’Onofrio [1857-1882];
16. don Sebastiano della Peruta [1882 -1891];
17. don  Marco Izzo [ 1891 -1892];
18. don Giuseppe di Bernardo [1892 - 4 mesi];
19. don Gaetano Parisi [ 1892 -1899;]
20. don Lorenzo Martino [1899 -1909];
21. don Gaetano Izzo [ 1910 -1938];
22. don Giovanni Zumbolo [1938 -1947]:
23. don Francesco Fucile [1948-1964];
24 don Antonio Fuorlo[1965-1976]:                                                                                                                                              
25. don Antonio Cionti [1977 -1989];
26. don Vittorio Monaco dal 01  Aprile 1989 al presente.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu